Consenso Informato: il medico risponde dei danni anche in caso di eventi straordinari

Da StudioCataldi.it segnaliamo la sentenza della Cassazione nr. 27751/2013. “Nel caso in oggetto un paziente è deceduto a seguito di intervento operatorio (un intervento di tonsillectomia); nel corso del giudizio in cui prossimi congiunti avevano richiesto il risarcimento del danno è emerso che, a prescindere dalla correttezza tecnica dell’intervento medico, a monte è mancato proprio il consenso informato. Pur essendo l’evento – nella specie, due eventi concomitanti – verificatosi qualificato come eccezionale, conferma la Suprema Corte che sarebbe stato comunque dovere del medico informare di tutti i possibili (anche se improbabili) sviluppi della patologia e degli effetti operatori: “il professionista sanitario ha l’obbligo di fornire al paziente, in modo dettagliato, tutte le informazioni scientificamente possibili sull’intervento chirurgico, che intende eseguire, sulle conseguenze normalmente possibili sia pure infrequenti (tanto da apparire “straordinari”), sul bilancio rischi/vantaggi dell’intervento”. Una lettura estesa e garantista delle disposizioni di legge, volta appunto a tutelare in modo pieno i beni primari della salute e della vita”.

Fonte: Manca il consenso informato? Il medico risponde dei danni anche in caso di eventi straordinari (www.StudioCataldi.it)

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *