Cassazione Penale: sulla rilevanza delle linee guida nella valutazione della colpa medica

Con la sentenza dell’11 luglio 2012, n. 35922 (Cass. pen. Sez. IV Sentenza), la Cassazione si è pronunciata sul valore delle linee guida e sulle conseguenze derivanti dall’eventuale violazione delle stesse.

A commento della sentenza sopra richiamata si rinvia all’articolo di Giuseppe Debernardi, pubblicato su Giur. It. n. 4/2013 (“Sulla rilevanza delle linee guida nella valutazione della colpa medica”).

Nel suo articolo l’autore sottolinea i permanenti elementi di criticità che la novella legislativa del Decreto Balduzzi (art. 3, comma 1 del DL 13/9/2012 n. 158) continua a porre in materia di responsabilità penale del medico.

La massima della sentenza è che le linee guida pur rappresentando un importante ausilio scientifico, con il quale il medico è tenuto a confrontarsi, non eliminano la sua autonomia nelle scelte terapeutiche, poiché, l’arte medica, mancando per sua stessa natura di protocolli scientifici a base matematica, spesso prospetta diverse pratiche o soluzioni che l’esperienza ha dimostrato efficaci, da scegliere oculatamente in relazione ad una cospicua serie di varianti che, legate al caso specifico, solo il medico nella contingenza della terapia, può apprezzare. Ne consegue le linee guida e i protocolli, proprio in ragione delle peculiarità della attività del medico, che sfugge a regole rigorose e predeterminate, non possono assumere il rango di fonti di regole cautelari codificate, rientranti nel paradigma normativo dell’articolo 43 c.p. [“leggi, regolamenti, ordini o discipline”].

Secondo l’autore “l’apporto innovativo rappresentato dalla novella legislativa consiste […] nel consolidamento dell’importanza dell’utilizzo e del rispetto delle linee guida, quale fondamentale opportunità per migliorare la qualità dell’assistenza e l’ottimizzazione dei processi di cura, senza tuttavia minare né azzerare l’autonomia professionale del sanitario”.

(Fonte: Giur. It. 4/2013)

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *